LA POSSIBILITA' DI ELEZIONI ANTICIPATE FORZA I TEMPI DI IMPIANTI RADIO A FIRENZE

Articolo tratto dal mensile 'PRIMA COMUNICAZIONE' - 11/2/1976

 

Entro Marzo, Firenze contera' cinque radio. A quelle gia' esistenti, Radio Firenze Libera, Radio One, Radio Diffusione e Radio Fiesole si affianchera' infatti Controradio che in forma cooperativa vede riuniti un gruppo di militanti della sinistra coordinati da Andrea Zanfei, Brunella Tancredi, Guido Casalone e dallo stesso Pio Baldelli, appena eletto Presidente della Federazione Radio Emittenti Democratiche nel recente convegno nazionale di Firenze.

La nuova radiocoop ha, per il momento, fatto sottoscrivere azioni per oltre 5 milioni, distribuiti tra aderenti a varie organizzazioni. Ci sono quelli di Magistratura Democratica, di Psichiatria Democratica, dell'Istituto Nazionale di Urbanistica, l'Agenzia Pubblicitaria AD MARCO, Collettivi studenteschi e di insegnanti.

Una ditta specializzata di Parma e' stata incaricata di installare le prime attrezzature del costo di 4 milioni. Controradio costera' 1 milione e mezzo al mese, compreso l'abbonamento all'Ansa per la trasmissione immediata, anche al di fuori dei notiziari previsti, di qualunque notizia rilevante. Secondo i calcoli dei promotori le entrate pubblicitarie dovrebbero passare dai 2 milioni e mezzo del secondo mese di emissioni ai 3 milioni e mezzo di fine anno. Questo sviluppo verra' assicurato da tre produttori di Controradio che agiranno nella citta' toscana, anche se si pensa d'arrivare fino a Prato. Ai tre e' stato detto di differenziare le tariffe in base alle qualita' politiche ed economiche della committenza, favorendo i piccoli clienti. Le tariffe previste andranno dalle 100.000 alle 125.000 Lire per spots di 30" ciascuno.

Dalle 8 ore di trasmissione quotidiana dei primi tempi si dovrebbe passare a coprire ininterrottamente un arco di tempo compreso tra le 7 del mattino e la mezzanotte. A Controradio lavoreranno sei persone a tempo pieno, sei a part time. Trenta-trentacinque i collaboratori esterni che lavoreranno quasi tutti gratis.