RADIO MONTEBENI: CLASSICA E SOLO CLASSICA


Riportiamo integralmente un articolo pubblicato sulla rivista 'Millecanali' del 1993 con cenni sulla storia di Radio Montebeni in occasione del suo 10 anno di vita

Di radio private completamente specializzate nella musica classica, incredibile a dirsi, in Italia sembra che non ce ne siano proprio (se pero' ci fossero le invitiamo a farsi vive con la redazione di Millecanali). E proprio la mancanza assoluta di un simile tipo di stazione stata la molla che ha spinto il fiorentino Giuliano Giunti a tradurre in pratica il suo "desiderio inappagato".

E cosi' che, una decina di anni fa, nata Radio Montebeni, l'antenna toscana di musica classica nota anche al di fuori della regione. Tutta la storia dell'emittente stata raccontata in un recente articolo, redatto in occasione del decimo compleanno, dal "Corriere della sera". Ed ecco qui di seguito il testo del "pezzo" in questione, firmato da Wanda Lattes:

"Tutto comincio' con un'autoradio regalata nel giorno del suo onomastico a Giuliano Giunti, un radiotecnico semplice e raffinato sui cinquant'anni. Il signor Giunti un amante della musica classica, pero' ...

Messa in macchina la radiolina, il signor Giunti tento' subito di usarla nei suoi molti viaggi di lavoro, facendosi accompagnare dagli amati Mozart, Beethoven, Bartok o Schumann. Ma ando' subito a battere il naso con la realta' che gli italiani musicofili conoscono: tolte le ore dedicate da Radio Tre alla classica, tutte le trasmissioni della Rai e delle private riversano nell'aria solo roba leggera.

Il Giunti non se l'aspettava un'assenza cosi' completa. Qui bisogna rimediare, disse. Non ricorse alle autorita', ma a pochi amici, come Cesare Magnelli, Ubaldo Nannini Materi, Paola Mattioli, il gruppo editriale Giunti, la casa Veccherini, il Dusclub, la libreria Weber, qualche direttore di banca. Tutti matti come lui per la classica.

Ando' sulla vetta piu' alta di Fiesole, prese in affitto un capannone, ottenne quattro frequenze per le varie zone toscane e, raccolti attorno a se' musicisti e tecnici, creo' Radio Montebeni. Le installazioni le fece da solo, le apparecchiature furono comprate al ribasso: ma l'acustica risulto' perfetta nell'auditorium spartano.

Radio Montebeni ha compiuto 10 anni e li ha festeggiati mettendo in onda al teatro Verdi di Firenze le arie di "Griselda", opera di Vivaldi, libretto di Goldoni. Questa "radio classica", unica in Italia, vive delle offerte spontanee e dei 3mila abbonati ai bollettini per 60mila lire l'anno".