RADIO FIRENZE: IL SEGRETO E' LA NORMALITA'

Articolo tratto dalla rivista "MILLECANALI" - N. 164 -- Novembre 1988

 

Il terzo posto assoluto conquistato da Radio Firenze nell'ultima classifica provinciale d'ascolto (dati Audiradio relativi al giorno medio) non ha mancato di sollevare qualche interrogativo in chi osserva dall'esterno la modulazione di frequenza del capoluogo toscano.

" Anche a Firenze, per la verità, qualcuno è rimasto sorpreso " - ci ha assicurato Marco Marcellini, titolare di Radio Firenze (a dirigere i programmi è il fratello Maro, vedi "Millecanali" giugno 1987) - " Per ciò che ci riguarda, invece, questi dati sono la conferma che avevamo visto giusto: il pubblico delle radio private non è composto solo da giovani e non è obbligatorio mettere in onda dischi prevalentemente inglesi o americani. Abbiamo perciò deciso di proporre un'emittente che si rivolga agli ascoltatori 'maturi' (cioè non ai ragazzini e ai giovani) e che eviti le solite classifiche e i brani stranieri da hit-parade. Radio Firenze è un'antenna 'normale', vale a dire che non finge di essere 'americana', che si rivolge al proprio pubblico con un linguaggio chiaro e comprensibile a tutti ".

Sul piano pratico, Radio Firenze ha preparato un palinsesto che alterna l'intrattenimento all'informazione, le rubriche (sulla cucina, gli animali ecc.) ai giochi. Fra gli speaker (che tra l'altro cambiano periodicamente per non far mai mancare la giuste dose di novità nella programmazione) ricordiamo Maria Cristina Marinelli, Filippo, Bibo, Priscilla, Luca Perfetti.

La sera, a partire dalle 21, è il turno della fascia ' Radio Firenze Notte ', che prevede ogni sera un diverso appuntamento: ai microfoni si alternano Paolo Battistoni, Bibo, Stella, Claudio Fadda e il noto 'Bastian contrario' (sportivo) Mario Ciuffi, per condurre programmi musicali, sportivi, di cabaret, d'intrattenimento di vario genere.

Radio Firenze ha affidato la raccolta della pubblicità nazionale alla Sper e trasmette sui 91.500 e 107.500 MHz.