Primo Trasmettitore tv privato a Firenze

NOME ORIGINALE:
Trasmettitore televisivo

COSTRUTTORE:
MONTAGNI - Firenze

PAESE COSTRUTTORE:
Italia

ANNO:
1973

DIMENSIONI:
Larghezza: 45.5 cm - ProfonditÓ: 29 cm - Altezza: 11.5 cm

MATERIALI:
Metallo, componenti elettronici

ANALISI GENERICA
E' stato il primo apparato utilizzato in Italia per trasmettere il segnale televisivo di TV Koper. Installato su monte Secchieta, riceveva il segnale proveniente da Capodistria tramite un ponte radio posto sul monte Falterona. Realizzato in modo artigianale, aveva una potenza di trasmissione di circa 1 Watt a 250 MHz ed utilizzava una antenna Yagi 20 elementi. L'area di copertura andava da Firenze fino a Pisa e Livorno.

  TRANSLATION
TELEVISION TRANSMITTER
First set used in Italy to transmit the Koper TV signal. Located on Mount Secchieta, it received the signal from Capodistria through a radio link on Mount Falterona. Made up in an artisan way, it had a 1 Watt output power at 250 MHz and employed a 20 elements Yagi antenna. The footprint ranged Pisa and Livorno.

CURIOSITA'
A questo piccolo trasmettitore, entrato in funzione nel 1973, sono associati eventi di notevole importanza per le telecomunicazioni nel nostro Paese. Infatti nel 1970, in coincidenza con i campionati mondiali di calcio in Messico, vennero importati i primi apparecchi TV color. Dato che, contrariamente alle aspettative, la RAI tardava ad iniziare le trasmissioni a colori (lo fece solo nel 1976), un imprenditore fiorentino install˛ in Secchieta un ripetitore che irradiava su Firenze il segnale della televisione francese ricevuto da Bastia e, successivamente, questo ricetrasmettitore per TV Koper, allo scopo di incrementare le vendite dei suoi apparecchi televisivi. Finiti i campionati del mondo il pretore di Pontassieve condann˛ l'imprenditore. Assolto in appello e condannato in Cassazione, egli si rivolse alla Corte Costituzionale che nel 1974 abolý la legge che lo aveva condannato, dando avvio al periodo di liberalizzazione delle trasmissioni che determin˛ l'attuale assetto del sistema radiotelevisivo.

Articolo e foto tratto dal sito www.usr.toscana.it